barbara-vergnanoBarbara Vergnano
Formazione classica (Laurea in greco e latino) vive tra Milano e Salina nelle isole Eolie. Con la sua Galleria a Brera, negli anni 90, dà dignità d’arte all’artigianato artistico d’eccellenza in una città, Milano, che parla solo di design, e coordina i migliori artigiani-artisti italiani, oggi autori della collezione Slobs casa. Amica di artisti contemporanei, organizza mostre ed eventi di arte ed arte applicata, oltre che aiutare i clienti a rendere le loro case più belle. Ufficialmente si chiama interior designer. Scrive per le maggiori testate italiane di arredamento e costume, trattando i temi dell’abitare italiano.

 

 


 

Vera Montanari
Laurea in Lettere moderne, esordisce in una radio privata, Radio Popolare, per poi passare alla carta stampata. Dopo 5 anni in Condè-Nast, l'esordio da direttore è in Mondadori nel 1982. Seguono 30 anni di direzioni di giornali, da Bolero a Dolly, da Marie Claire (diretto due volte, alla nascita, nell’87, e poi nel gruppo Hachette) a Grazia e Flair. Giornalista super esperta di donne, moda e temi sociali, è stata anche un manager editoriale. Oggi è una fan appassionata di artigianato italiano d'eccellenza. E cofondatrice, assieme a Barbara Vergnano, del network Slobs casa, che riunisce l’eccellenza degli artigiani-artisti italiani.

 

CHI, COSA, PERCHÈ: DIALOGO A DUE

 

Quando è nata la passione per l’artigianato italiano?

Barbara: La verità? Mi occupo di artigianato italiano da circa 30 anni… Ero una ragazza, vivevo a Torino e, tra antiquariato e arte contemporanea, alla fine ho scelto gli artigiani-artisti.

Vera
: Io invece per 30 anni mi sono occupata di giornali, donne, moda. Poi ho deciso di “ripensare” un po’ la mia casa, ho incontrato Barbara, lei mi ha presentato un paio di artigiani ed è subito scoccata la scintilla.

Perché un network di artigiani artisti?

Barbara e Vera: Perché l’unione fa la forza. E perché, pur essendo ovviamente ogni artigiano unico ed irripetibile, fanno parte tutti della stessa tradizione italiana che risale al medioevo, che ha fatto e fa capolavori e che ci riempie di orgoglio.

Ma se vuoi un pezzo di design vai in un negozio e lo compri, per quello di artigianato non è più complicato?

Vera: Assolutamente no. Prima di tutto, anche il design va ordinato. Quanto a noi, dai un’occhiata al sito, oppure vieni in show room, scegli un pezzo che ti piace, ti funziona, lo compri. Se no lo si progetta. E al massimo in 60 giorni è tuo.

Barbara
: E quel pezzo ce l’hai solo tu…

Ma tutto ciò sarà costosissimo…

Barbara: Falso. Un mobile di artigianato costa, tendenzialmente, meno di un pezzo di produzione e paghi la qualità del lavoro, i materiali, la fantasia dell’artigiano, non brand e marketing.

Vera
: E poi ogni pezzo è fatto su misura, pensato per te e la tua casa, progettato insieme. Secondo me questo non ha prezzo… Scherzo, in realtà noi ai prezzi siamo attentissimi e molti pezzi sono più che abbordabili, anche da una clientela giovane e, per definizione, meno “ricca”.

A proposito, chi è il vostro cliente?

Vera: Chiunque varchi la nostra soglia… Che vuol dire, ovviamente, privati, ma anche architetti, arredatori, buyers. Ci occupiamo di case, negozi, alberghi, ristoranti. Italiani e stranieri. Unico denominatore comune, l’amore per l’eccellenza e per l’artigianato.

Barbara
: Quello che distingue i nostri clienti, quello che li accomuna e li rende un po’ unici è il gusto del bello, una sorta di sensibilità estetica che fa loro apprezzare il lavoro dei nostri artigiani-artisti. E il piacere di un lusso diverso.